Image Alt
Risotto alla Milanese

Ansat Piemonte

Bagna Càuda

La Bagna Càuda è il piatto piemontese per antonomasia, il significato del nome è “salsa calda”. Per chi non lo sapesse la bagna càuda è un preparato a base di aglio e acciughe, cotto a fuoco lento e in olio extravergine d’oliva. Si consuma intingendovi vari tipi di verdure stagionali, sia cotte che crude. Più che un vero e proprio piatto, è un rito conviviale, che prevedeva la condivisione del cibo con tutti i commensali che attingevano dallo stesso recipiente.

La bagna càuda veniva portata in tavola nel dian, un tegame di cottura in terracotta che veniva mantenuto in temperatura mediante uno scaldino di coccio riempito di braci vive, la “s-cionfetta”.

Successivamente per evitare la scomodità d’intingere in un unico recipiente, chi era distante poteva avere dei problemi nel raggiungerlo, e per evitare la mancanza d’igene da intingere tutti dallo stesso recipiente, si è iniziato ad utilizzare dei recipienti individuali in terracotta scaldato da un piccolo fornellino.

All’inizio questa pietanza era bisfrattata dalle classi più abbienti, perchè definito come cibo rozzo e inadatto ad un’alimentazione raffinata, in particolare per la presenza di aglio.

Forse non sarà sicuramente un piatto che aiuta nella socializzazione… ma il suo gusto e la ricchezza del valore con cui è stato creato, quello della condivisione, lo rende un piatto iconico da assaggiare durante i soggiorni in piemonte!